• Stazione di ricarica per auto elettriche nei condomini

Stazione di ricarica per auto elettriche nei condomini

16.04.2021    

Sempre più auto elettriche "girano" per le strade della Svizzera. L'interesse e la domanda di auto elettriche continuano a crescere senza sosta. L'anno scorso, circa il 14% delle vendite era composto da auto elettriche. Ma di cosa bisogna tener conto per avere una stazione di ricarica in garage - è permesso installarla semplicemente nel proprio parcheggio?

Le proprietà in condominio di solito hanno un garage condiviso per i veicoli in cui c'è la comproprietà. Ciò che un proprietario può e non può fare con e sul suo parcheggio è di solito determinato dal regolamento d'uso e di gestione. Questi possono regolare più dettagliatamente il contenuto dei diritti esclusivi d'uso e gli obblighi associati. In linea di principio, il diritto del proprietario del parcheggio è limitato all'uso dello spazio per parcheggiare il suo veicolo. D'altra parte, la realizzazione di misure strutturali non è consentita. Questo perché il garage stesso e tutte le locazioni, le strutture e i collegamenti appartengono all'assemblea dei condomini. Gli interventi nella comproprietà, e questo include le misure strutturali, possono essere effettuati solo con il consenso dell'assemblea dei condomini.

Stazioni di ricarica nei garage comuni sono possibili solo con il consenso

L'installazione di una stazione di ricarica per veicoli elettrici è una misura strutturale. Se un proprietario vuole installare una stazione di ricarica nel suo parcheggio, ha bisogno del consenso dei condomini. Deve formulare una domanda corrispondente all’assemblea di condominio e chiedere che sia messa all'ordine del giorno dall'amministrazione. A seconda del tipo di misure edilizie, la legge prevede diversi requisiti riguardo alla maggioranza richiesta per la risoluzione.

Secondo l'opinione di HEV Svizzera, l'installazione di una stazione di ricarica e l'espansione del sistema di distribuzione della casa in uno "smarten system" sono misure strutturali utili. Si tratta di lavori che mirano ad aumentare il valore, migliorare l'usabilità o ottimizzare l'efficienza economica. Le misure strutturali utili richiedono il consenso della maggioranza dei proprietari presenti o rappresentanti alla riunione, che allo stesso tempo rappresentano la maggior parte della proprietà (aumento della quota di valore).

Attenzione agli interventi non autorizzati in comproprietà

Non è consigliabile eseguire misure strutturali sulla comproprietà senza il previo consenso dei condomini. Questo perché l'assemblea dei condomini può in qualsiasi momento esigere la rimozione e il ripristino della condizione originale a spese del comproprietario.