Dietro all'iniziativa "Economia verde" si nasconde un serpente tributario verde veleno. Ecco alcuni dei motivi per cui il 25 settembre 2016 l'Associazione Svizzera Proprietari Fondiari consiglia di votare NO all'Iniziativa "Economia verde"

Troppo vaga per il Consiglio Federale

Per il Consiglio Federale "L'iniziativa popolare presenta una grave lacuna: la norma tributaria è formulata in termini troppo ampi e non adempie al dovuto grado di determinatezza normativa costituzionale"

No a "Economia verde" per non farsi cacciare da casa e per non tornare a paese in via di sviluppo

L'iniziativa permette allo Stato di emanare nuove regolamentazioni sullo spazio abitativo e di limitarne le superfici abitabili. Gli appartamenti troppo grandi verrebbero penalizzati fiscalmente. Ciò significa che le persone anziane rischierebbero di essere schiacciate dalla propria casa.

 

L'iniziativa si prefigge di limitare l'impronta ecologica della Svizzera, facendoci tornare ai livelli di paese in via di sviluppo. 

Perchè votare NO il 25 settembre all'iniziativa "Economia verde"?

 

- Per il Consiglio Federale non è attuabile

- Dà carta bianca per nuove imposte

- Dà carta bianca per nuovi divieti

 

 

 

 

 

 

 

Per scaricare il flyer "Il serpente tributario verde veleno"

 

 

www.economia-verde-proibizionista.ch

L'opinione di alcuni politici

 

Ignazio Cassis,

Consigliere nazionale

PLR Ticino

"Verde è bello, ma non esageriamo"

 

 

 Marco Chiesa,

Consigliere nazionale

UDC Ticino

"No al diktat dello Stato"

 

 

 

Marco Romano,

Consigliere nazionale

PPD Ticino

"Rispetto per l'ambiente, ma senza diktat e forzature controproducenti. NO all'inziativa per l'"Economia verde"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.